Modifica della normativa di riferimento sul codice di comportamento degli Uffici di Polizia nei confronti dei dipendenti.

La Segreteria Nazionale ADP ha inviato nota al Sig. Capo della Polizia e all’Ufficio Relazioni Sindacali sull’utilizzo  dei social e il comportamento degli Uffici di Polizia nei confronti dei dipendenti.

Stop alla reperibilità h24 gratuita e stop all’invasione nella sfera familiare dei dipendenti che sono vittime del sistema.

Se il codice di comportamento dei dipendenti è diventato circolare sottoscritta dal Capo della Polizia, 

esigiamo che il codice di comportamento incida anche sugli uffici. 

Si ad un’indennità contrattuale contro sfruttamento dei mezzi propri ( telefoni cellulari) nei confronti dei dipendenti. 

L’ADP  a difesa dei colleghi mentre i “maggioritari” si preoccupano di altro…

Mi Piace(2)Non mi piace(1)

SCORRIMENTO GRADUATORIA 1650 ALLIEVI AGENTI

Così come da noi richiesto in più occasioni  il Dipartimento di P.S., attraverso un decreto del Capo della Polizia, sta predisponendo lo scorrimento della graduatoria di ulteriori 1.000 posti del concorso pubblico, per esami, per l’assunzione di 1.650 allievi Agenti della Polizia di Stato pubblicato il 07 luglio 2023.

Saranno convocati agli accertamenti dell’efficienza fisica e dell’idoneità fisica, psichica e attitudinale ulteriori 2.000 candidati risultati idonei alla prova scritta ovvero dal punteggio 21,167   fino al 19,168.

Mi Piace(2)Non mi piace(1)

33° CORSO VICE SOVRINTENDENTI. 2° CICLO. PUBBLICAZIONE TABELLA ASSEGNAZIONI

La Dagep ha comunicato la tabella delle assegnazioni del 2° ciclo del 33° corso vice sovrintendenti con riferimento altresì allo scorrimento della graduatoria il cui elenco è stato inviato alle segreterie provinciali e regionali ADP.

Scarica la circolare

 

Mi Piace(0)Non mi piace(0)

FEDERAZIONI SINDACALI: SENTENZA CONSIGLIO DI STATO RESTITUISCE LE LIBERTA’ SINDACALI.

La Sentenza definitiva del Consiglio di Stato del 19 febbraio 2024 da finalmente dignità ai sindacati di polizia che hanno “stretto i denti” e permette un ritorno alle libertà sindacali che erano state calpestate dal DPR 57/2022 le cui grandi sigle avevano tentato, con tanto di costituzione in giudizio, di affondare i diritti di associazione garantiti dalla costituzione.

Le dimissioni di alcuni lor signori, o il pensionamento,  sarebbero opportune, visto che su questa questione hanno tentato con tutti i mezzi di affossare le sigle minoritarie che ritorneranno maggiormente rappresentative.

Oggi godiamo di piacere!!!

A seguire la sentenza

 

Mi Piace(0)Non mi piace(0)
Iscrizione Newsletters

Sottoscrivi i Post per rimanere sempre aggiornato